Borseggiatrici si prendono gioco degli agenti mostrandogli il sedere

Pisa, le ladre intercettate irridono gli agenti

Le giovani ladre mostrano il lato B agli agenti che hanno sventato i loro tentativi di furto alla stazione

Le giovani ladre mostrano il lato B agli agenti che hanno sventato i loro tentativi di furto alla stazione

Dopo i borseggi sventati alla stazione, si sono calate i pantaloni mostrando il lato B all’indirizzo di addetti alla sicurezza e Polfer

PISA. Lo fanno ormai ogni volta che vengono fermate o intercettate poco prima di mettere le mani in una borsa di un viaggiatore o di rubare una valigia. Si allontanano sulla banchina, si fermano, e poi, all’unisono, quasi fosse uno spettacolo sincrono, si tirano giù i pantaloni, mostrando il lato B ad addetti alla sicurezza delle Ferrovie o agli agenti della Polfer. Irridenti e sconfitte, le borseggiatrici si ribellano così ai controlli sempre più intensi che stanno decimando il numero di furti nella stazione di Pisa e in quella di San Rossore.
È successo proprio in questi giorni, in tre i tentativi di borseggio che il personale ferroviario di protezione aziendale ha sventato nelle stazioni di Pisa. A dimostrazione che l’attività di prevenzione e deterrenza di questi fenomeni sta producendo i risultati attesi. In particolare mercoledì 28 settembre due operatori delle Ferrovie hanno sventato un furto a San Rossore ai danni di una turista giapponese in procinto di prendere un treno.
Venerdì 30 settembre, sempre a San Rossore, un altro episodio simile nei confronti di una coppia di giapponesi che si trovava nell’ascensore della stazione. Ed un terzo tentativo di furto si è verificato nella

stazione di Pisa centrale nei confronti di un viaggiatore che stava aspettando l’arrivo del treno. In tutti e tre i casi le malviventi accortesi dell’intervento del personale ferroviario, si sono dileguate prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, nel frattempo allertate. (fonte)

Comments

comments