Calci e pugni ai passanti a Udine, due profughi arrestati

Scene da Far West nella serata in autostazione: coppia di afghani aggredisce la gente. Danneggiate anche vetrine di negozi e macchine parcheggiate in via Leopardi

carab negriUDINE. Calci e pugni ai passanti, vetrine e macchine danneggiate. Scene da far west lunedì sera in Borgo Stazione. Protagonisti due profughi afghani, ospiti della Caverzerani, già conosciuti per una rissa il 26 luglio al Parco Moretti. Insomma, recidivi.
Ma questa volta ad avere la peggio sono stati alcuni passanti che stavano tranquillamente passeggiando nella zona dell’autostazione raggiunti da calci, spintoni e pugni. Una ragazza ha già formalizzato denuncia.
L’episodio è accaduto verso le 20, quando alcuni residenti hanno lanciato l’allarme con urla dai condomini e chiamando carabinieri e polizia giunti poi sul posto per sedare la situazione.
A quanto risulterebbe, secondo una prima ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine, la coppia di stranieri in preda ai fumi dell’alcol con bottiglie di birra in mano, avrebbe cominciato a litigare nell’area dell’autostazione, e poi si sarebbe scagliata senza un valido motivo contro una ragazza, la cui testimonianza è ora al vaglio degli inquirenti, e contro le vetrine di negozi e alcune macchine parcheggiate danneggiandole.

Stando a quanto riferiscono i residenti, la scena ha assunto contorni «da paura», come spiega anche il gestore del bar dell’autostazione, Marco Polo: «Una persona era a torso nudo – racconta – e dava in escandescenze, l’altra era all’apparenza tranquilla, ma si davano man forte l’un con l’altro. Erano ubriachi e si scagliavano contro chiunque con calci e pugni. Ho chiuso dentro il locale l’intero personale perchè avevamo paura».

«A un certo punto – continua – si sono sedute sul marciapiede vicino a un negozio di abbigliamento. Sembravano esausti. Deambulavano. Non stavano in piedi e si sono diretti verso via Leopardi dove sono poi sono stati raggiunti da polizia e carabinieri che li hanno ammanettati».

I due afghani hanno cercato di aggredire anche i poliziotti e i militari dell’arma. Quindi sono stati caricati sull’ambulanza direzione ospedale, prima dell’arresto.

Chi abita e vive quotidianamente Borgo Stazione resta l’amarezza «per una situazione – dice Polo – che sta tornando ad essere sempre più pericolosa, nonostante gli sforzi delle forze dell’ordine che ci stanno dando una mano». «L’autostazione – riferisce ancora Polo – ha intensificato la vigilanza, noi abbiamo ridotto la somministrazione degli alcolici, ma purtroppo capita sempre qualcuno che si arroga diritti che non ha. Il problema sono gli ubriachi che si ritrovano in Borgo Stazione e creano una situazione esasperante». (fonte)

Comments

comments