Confiscati beni a famiglie Rom per milioni di euro che si dichiaravano nullatenenti

Tenore di vita ingiustificato, scatta la confisca dei beni per 3 famiglie rom.

Ricchezza ingiustificata: nel mirino della Procura case, terreni e auto per 500mila euro. Si tratta di pregiudicati di Correzzola.

Tenore di vita ingiustificato in assenza di lecite fonti di reddito. Possesso e disponibilità di beni dal valore del tutto sproporzionato rispetto all’assenza di redditi dichiarati e alle attività lavorative effettivamente documentate. È su questi presupposti che la Procura della Repubblica chiede il sequestro preventivo a fini di confisca delle proprietà delle famiglie Braidich e Duric, croati di etnia rom, approdati a Correzzola negli anni successivi alla dissoluzione della ex Jugoslavia. I capifamiglia, tutti pluripregiudicati con condanne già passate in giudicato per reati contro il patrimonio, hanno un curriculum criminale di tutto rispetto. Ed è fondato il sospetto che case, terreni, furgoni e autovetture nella loro disponibilità siano il frutto di attività illecite o ne costituiscano il reimpiego.
(fonte)

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*