La adesca su Fb e la sequestra: per tre giorni l’ha pestata e violentata

Orrore nel Casertano. Rinchiusa in casa senza cibo, la donna è stata brutalmente pestata e violentata. Arrestato un 46enne romeno

donnaL’ha adescata su Facebook promettendole un posto di lavoro, ma quello che la donna ha trovato è stato soltanto un sanguinario incubo di tre giorni.

La 54enne romena è stata tenuta sotto sequestro tra botte e violenze sessuali finché non è stata liberata dai carabinieri di Maddaloni (Caserta). Quando i militari sono intervenuti in quella notte che era la casa degli orrori, l’aguzzino, il 46enne romeno Alexe Curut, è stato sorpreso in flagranza di reato.

Sequestro di persona, lesioni personali e tentata violenza sessuale. L’incubo è durato tre giorni. Ad allertare il 112 era stata un’amica della vittima. Quando sono giunti sul posto, un anonimo appartamento al piano terra, i militari hanno udito le urla disperate della donna e hanno fatto irruzione. Forzata la porta d’ingresso chiusa con un lucchetto, hanno trovato la 54enne romena in forte stato di agitazione e con evidenti segni di violenza sul corpo. Poco dopo è arrivato sul posto, a bordo di una bici, Curut. Il romeno ha cercato di darsi alla fuga ma è stato subito bloccato e arrestato.

“Sono rimasta rinchiusa in quel luogo per tre giorni”, ha rivelato ai Carabinieri la donna raccontando di essere stata adescata su Facebook dal 46enne che le aveva promesso un posto di lavoro, convincendola a trasferirsi da lui. “Appena ci siano incontrati – ha continuato – sono stata aggredita e rinchiusa nella sua casa”. Qui, Curut l’ha lasciata senza cibo, l’ha picchiata ripetutamente, l’ha minacciata con un coltello da cucina e l’ha legata con una cintura alla sedia. “In più di un’occasione – ha raccontato ai carabinieri – ha anche tentato di abusare sessualmente di me”.  (fonte)

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*