La Sardegna crea lavoro, ma solo se sei uno straniero disoccupato e non italiano

Diamante Impresa, la Regione crea lavoro per i rifugiati disoccupati

Diamante Impresa, la Regione crea lavoro per i rifugiati disoccupatiL’assessorato regionale al Lavoro lancia il progetto Diamante Impresa, dedicato ai cittadini stranieri maggiorenni. Sono ammessi i richiedenti asilo e i rifugiati: il 49 per cento dovranno essere donne

L’Assessorato regionale del Lavoro comunica che dalle ore 9.00 del 6 marzo 2017 e fino alle ore 12 del 17 marzo 2017 è possibile presentare le domande relative all’avviso “Diamante Impresa” esclusivamente per via telematica tramite il Sil

L’obiettivo dell’avviso è quello di selezionare i soggetti attuatori, con significativi livelli di esperienze e competenze, per garantire ai cittadini di Paesi Terzi, motivati a mettersi in proprio, un supporto qualificato e personalizzato di assistenza e consulenza per la creazione di nuove iniziative d’impresa. 

Destinatari dell’intervento sono i cittadini di Paesi Terzi che abbiano compiuto la maggiore età, senza distinzione di genere, compresi coloro che hanno ottenuto la cittadinanza italiana. 
Sono ammessi i richiedenti asilo e i rifugiati. I destinatari devono essere disoccupati e residenti o domiciliati in Sardegna da almeno sei mesi e almeno il 49% degli immigrati selezionati dovranno essere donne. 

Si precisa che l’avviso è parte integrante del Programma IMPR.INT.ING che prevede un sistema integrato di attività/servizi rappresentato da due componenti essenziali: 
1) supporto alla creazione d’impresa per gli aspiranti imprenditori; 
2) supporto allo start up delle iniziative imprenditoriali. 
(fonte)

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*