VIDEO – “Gli immigrati devono morire”: dichiarazione shock del dirigente PD

BUFERA BUONISTA (O RAZZISTA): Salvatore Sbona, Presidente del Consiglio comunale di Melilli, in provincia di Siracusa, e segretario del circolo cittadino del Pd, davanti a bambini, afferma che gli immigrati devono morire

Un video live che, probabilmente, doveva restava “tra amici”. Invece ne esce tutta la cattiveria e il razzismo di Salvatore Sbona, Presidente del Consiglio comunale di Melilli, in provincia di Siracusa, e segretario del circolo cittadino del Partito Democratico.

“Se durante il giro in barca troviamo degli immigrati, li dobbiamo lasciare la’, perché devono morire”. E la frase assurda, pazzesca, da brividi, pronunciata dal dirigente del PD. Una frase che fa riflettere su quantaipocrisia esiste nelle persone che, davanti alle telecamere, criticano chi cerca soluzioni intelligenti ad una immigrazione incontrollata, e fuori dagli schermi o dai giornali, augura la morte a chi affronta viaggi via mare per scappare dalla guerra.

Buonisti fuori, assassini dentro, sembra essere la vera natura di chi, e questa ne è la conferma, vuole l’immigrazione solo per arricchire le tasche di qualche cooperativa o potente.
(fonte)

“Domani facciamo un giro in barca a vela e se becchiamo in mare degli immigrati che facciamo? Li lasciamo lì, devono morire”. A parlare, durante una diretta live di Facebook, è Salvatore Sbona (Pd), Presidente del Consiglio comunale di Melilli.Conversando in spiaggia con amici e il figlio minore, e riprendendo la chiacchierata in diretta live sul social, annuncia ridendo che all’indomani avrebbero fatto “un giro con la barca a vela”. A quel punto chiede agli amici cosa avrebbero dovuto fare se avessero trovato dei migranti in mare. E la sua stessa risposta, ridendo, è agghiacciante: “Li lasciamo lì, devono morire”.Il video è stato postato dal leader del M5S Giancarlo Cancelleri su Facebook e in pochi minuti è diventato virale, con commenti negativi.Lo stesso Sbona, dopo numerose critiche, replica e scrive: “Il video va pubblicato per intero perché la frase è una denuncia forte contro ogni forma di razzismo, detta con ironia e come denuncia”. Una risposta che, sembra, non abbia convinto più di tanto i frequentatori di Facebook.

 

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*